Luigi, Gigi: nome come un tuono

4 Febbraio 2013 Commenti chiusi

Per certi è una scelta saggia
un nome tutto da spiaggia

Qualcuno ci si circonda
con un nome da onda

Qualcun altro lo cogli
con un nome da scogli.

Ma a te che sei speciale,
proprio quando serviva

ti hanno dato un bel nome:
Proprio un nome da Riva.

Categorie:Filastrocche di benvenuto Tag:

Filastrocca per Angelica

2 Febbraio 2013 Commenti chiusi

Un nome impegnativo, lo so cosa vuol dire
ma siate un po’ più chiari, e fatemi capire:

lo devo ritenere un po’ un suggerimento,
una spinta ideale per ogni mio momento?

Volete che sia eterea, bravissima, sognante
mi volete perfetta, netta come un diamante?

Ma io ci ho già pensato, sia pure a tempo perso,
e immagino un futuro davvero un po’ diverso.

Deciderò da sola quali cose son belle:
sarò davvero Angelica, ma da angelo ribelle.

Categorie:Argomenti vari Tag:

Lorenzo da Sanluri

22 Gennaio 2013 Commenti chiusi

Lorenzo da Sanluri, terra della battaglia,
di un medioevo cupo, di polvere e di paglia

Quando Martino il Giovane sovrano della Spagna
Chiuse l’era dei Giudici, liberi, di Sardegna

Lorenzo da Sanluri, terra di grano e pane,
è questo l’importante, è questo che rimane

Il pane grande e caldo, che profuma di forno
più buono di ogni dolce, perché è buono ogni giorno.

Lorenzo da Sanluri, è questo che mi piace:
là dove nasce il pane ora è terra di pace.

Categorie:Argomenti vari Tag:

Filastrocca per due gemelle

22 Gennaio 2013 Commenti chiusi

 Abbiamo già capito quel che c’è da sapere
sarete due bambine, e signorine vere.

Sarete due maschiacci, quando vi sembra il caso
sarete anche temibili, se c’è la mosca al naso.

È la legge del doppio, un caso fra i più belli:
il legame moltiplica le forze dei gemelli.

Di certo se qualcuno eccede in confidenza
c’è una risposta pronta, che è di serie in partenza.

Se vi vuol dar del “tu”, un po’ prima che poi,
è facile rispondergli “Lei puoi darci del Voi”.

Categorie:Argomenti vari Tag:

Filastrocche di benvenuto

30 Aprile 2012 4 commenti

Appunto, scusate se mi ri-pavoneggio, ma dopo “Rimosauri” oggi è uscito in libreria questo libretto.
“Filastrocche di Benvenuto”
Riunisce le filastrocche che ho scritto, in una ventina di anni, ogni volta che mi è arrivato un nipotino o che è nato un bambino ad amici, conoscenti, colleghi, vicini di casa.
Quindi mi sa che qualcuno nel libro troverà qualche filastrocca che ha già appesa in casa.
Magari la troverà con un nome diverso e qualche cambiamento, perché per alcuni nomi ne avevo scritta più di una e per altri non ne avevo scritta nessuna. Così ho fatto un po’ di aggiustamenti e giochi di prestigio con rime sillabe e nomi.

Tutte le rime che ci sono sono diventate molto migliori grazie ai disegni bellissimi di Pia Valentinis e Francesco Chiacchio e al lavoro enorme di Teresa Porcella che ha preso una massa indistinta e l’ha trasformata in un libro.

E soprattutto nessuna di queste rime sarebbe mai stata scritta senza tutti i nipoti, quasi nipoti, praticamente nipoti insomma tutti quelli, che adesso hanno dai ventiepassa ai menodiunanno, che mi hanno (sa il cielo come) reso capace di scriverle.
Ecco.

Categorie:Argomenti vari Tag:

Decisioni importanti

28 Febbraio 2012 4 commenti

 

In quanto ducatista fissato di lungo corso ho dato disposizioni a mia moglie, come esecutrice testamentaria in questo senso:
il giorno, spero lontanissimo, del mio trapasso, intendo essere cremato e dispongo che le mie ceneri vengano sparse, in egual misura, davanti alle concessionarie Ktm, Honda, Yamaha, Kawasaki e Suzuki.
Perché?

Ma è ovvio: perché devono mangiare la polvere.

Categorie:Argomenti vari Tag:

Un libretto di filastrocche

20 Novembre 2011 Commenti chiusi

Eccolo qui, è proprio un libro vero, con le fantastiche illustrazioni di Francesco Chiacchio e le mie scemissime filastrocche sui dinosauri.

Adesso posso solo sperare che piaccia ai destinatari, cioè gli appassionati di rettili giganti  e di rime specie in giovane età.

Lapis

 

Categorie:Argomenti vari Tag:

L’ultimo arrivato

1 Dicembre 2010 3 commenti

-Busacca, Busacca, l’hai visto quel tipo che è arrivato? Quello con la barba? Io l’ho già visto da qualche parte.-
-Oreste, te sei il solito fesso. Certo che lo hai già visto.
Vieni, và, che andiamo a salutarlo.

Categorie:Argomenti vari Tag:

Noci e cornacchie

2 Novembre 2010 5 commenti

Non so se viè mai capitato di trovare su un terrazzo dei gusci di noce, o dei noccioli di pesca.
E’ una cosa che a casa mia succede abbastanza spesso (o comunque, visto che i gusci non si decompongono, si possono trovare lì a distanza di mesi da quando ci arrivano)

Il mio dubbio era, appunto, come diavolo ci arrivassero.
Questo pomeriggio mentre ero lì a pisolare al sole ho sentito un toc! parecchio forte, e poi un frullio, il tutto sufficiente a trarmi fuori dalla pennichella.
Lì di fronte a me c’era una noce e dietro quella una cornacchia di quelle grosse, che appena mi ha visto sveglio è volata via.

Adesso sappiamo cosa sono certi rumori misteriosissimi che sentiamo dal tetto: le cornacchie lasciano cadere sul tetto le cose che pensano siano commestibili e vogliono aprire.
Resta il dubbio che le lancino appositamente sui tetti (è possibile, sono molto più tranquilli della strada), e che lo facciano di preferenza sul nostro (ma questo non potremo mai saperlo).
Peccato che mi sia tirato su di scatto. Se avessi solo aperto gli occhi forse avrei potuto assistere a come la cornacchia avrebbe finito di aprire la noce. Io comunque, prima di andar via ho finito di aprirla e l’ho lasciata lì.
A meno che, naturalmente, il lancio di oggetti non fosse invece un modo per controllare se io fossi vivo o morto, e nel secondo caso assicurarsi un pasto parecchio più abbondante che un misero gheriglio.
Per quanto mi siano simpatiche le cornacchie, non è quello il modo in cui intendo dar loro qualcosa da mangiare.

Trattamenti diversi ai manifestanti

30 Ottobre 2010 1 commento

I manifestanti che protestavano contro i tagli alla cultura, all’inaugurazione del Festival del Cinema di Roma hanno ricevuto la solidarietà di Keira Knightley ed Eva Mendes, che sono andate ad incontrarli.
I pastori che a Cagliari manifestavano contro il basso prezzo del latte invece hanno ricevuto manganellate dai poliziotti.

Domanda: prima di una manifestazione, si può scegliere in quale modo vedere le stelle?